Pagina 14 - Guida Scuole 2013-2014

Versione HTML di base

14
rattere scientifico e tecnologi-
co; l’obiettivo è infatti quello di
far acquisire agli studenti i sa-
peri e le competenze necessari
per un rapido inserimento nel
mondo del lavoro, per l’accesso
all’università e alla formazione
tecnica superiore.
I settori in cui si suddivide l’i-
struzione tecnica sono due:
quello “economico” e quello
“tecnologico”. Due gli indirizzi
per il primo e nove per il secon-
do. Ciascuno degli indirizzi è a
sua volta suddiviso in articola-
zioni, cui si sono integrate an-
che undici opzioni a partire da
questo anno scolastico. La na-
Gli istituti
TECNICI
scita di queste ulteriori specia-
lizzazioni risponde alle specifi-
cità del territorio e punta alla
creazione di profili altamente
specializzati.
L’orario settimanale è di 32 ore.
Tutti gli istituti tecnici hanno la
durata di cinque anni e sono
suddivisi in due bienni e in un
quinto anno, al termine del
quale gli studenti sostengono
l’esame di Stato e conseguono
il diploma di istruzione tecnica,
utile ai fini della continuazione
degli studi in qualunque facol-
tà universitaria. Il quinto anno
è anche finalizzato ad un mi-
gliore raccordo tra la scuola e
A
gli istituti tecnici è affi-
dato il compito di far ac-
quisire agli studenti non
solo le competenze necessarie
al mondo del lavoro e delle
professioni, ma anche le capaci-
tà di comprensione e applica-
zione delle innovazioni che lo
sviluppo della scienza e della
tecnica continuamente produ-
ce. Il loro apporto è indispensa-
bile in un momento in cui il
progresso scientifico e tecnolo-
gico richiede “menti d’opera”
con una specializzazione sem-
pre più raffinata.
L’istruzione tecnica fornisce
una solida base culturale di ca-
TECNICI
Mettiamo in pratica
il sapere
Gli istituti